Top Italian Women Scientists: Susanna Esposito tra le migliori scienziate italiane

Prestigioso riconoscimento per la Prof.ssa Susanna Esposito, inserita tra le migliori scienziate italiane dalla Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere). La docente di Pediatria e Direttore della Clinica Pediatrica dell’Ospedale dei Bambini di Parma ha ricevuto l’importante attestato di riconoscimento nel corso dell’evento “Scienza e comunicazione” che si è svolto lo scorso 29 gennaio a Milano. “Top Italian Women Scientists”, fondato nel 2016, è il club che riunisce le migliori scienziate italiane, eccellenze che si distinguono per l’alto contributo allo sviluppo in campo biomedico, delle scienze cliniche e delle neuroscienze.

“Amare il proprio lavoro è la cosa che si avvicina più concretamente alla felicità, diceva Rita Levi Montalcini, una delle più grandi scienziate di tutti i tempi: non c’è cosa più vera. Passione, tenacia, curiosità, e ovviamente un forte spirito di sacrificio”, ha dichiarato Susanna Esposito, “mi hanno consentito di raggiungere importanti traguardi in ambito pediatrico, infettivologico e immunologico”. L’incontro organizzato da Fondazione Onda ha dunque omaggiato le migliori ricercatrici in campo scientifico e ha affrontato i temi dell’aggiornamento sulla ricerca in ambito di prevenzione oncologica e sull’innovazione tecnologica, insieme a questioni legate alla divulgazione dei progressi della scienza.

Alla Professoressa è stato riconosciuto il suo grande impegno nell’ambito delle scienze cliniche, e il suo inserimento tra le “Top Italian Women Scientists” conferma la rilevanza del lavoro svolto dalla docente di Pediatria: il club, infatti, è dedicato alle scienziate italiane presenti nella classifica dei Top Italian Scientists (TIS) di Via-Academy, un censimento che, per mezzo di un indicatore H-index, prende in considerazione produttività, impatto scientifico e continuità nel tempo di ogni ricercatore. Per il club, che ha l’obiettivo di promuovere la ricerca “rosa” e avvicinare le giovani a questo settore, sono state selezionate le ricercatrici con un H-index pari o superiore a 50, e quello di Susanna Esposito è pari a 67. “È un onore per me ricevere questo prestigioso riconoscimento che conferma, ancora una volta e con la premiazione di altre connazionali”, ha concluso la Professoressa, “come le donne diano quotidianamente un significativo contributo alla ricerca scientifica italiana e internazionale”.