Susanna Esposito a La7: tutelare i medici significa anche proteggere i pazienti

“Sono diverse le strategie impiegate in situazioni epidemiche: tra queste vi sono l’identificazione dei patogeni causa dell’epidemia attraverso una sorveglianza attiva degli esposti oppure il cosiddetto cycling degli operatori, che consiste nell’identificare un gruppo di soggetti che per quindici giorni lavorativi si dedica in toto alla cura dei pazienti ad alto rischio, come possono essere i reparti che hanno in prevalenza pazienti Covid-19 positivi, facendoli poi ruotare e lasciandoli a riposo per i quindici giorni successivi, durante i quali si impiega altro personale”: si è così espressa Susanna Esposito, professore ordinario di Pediatria presso l’Università di Parma, riguardo la difficile situazione in cui si trovano in questo momento gli operatori medici nel nostro Paese.

La professoressa, che al contempo è Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid), è intervenuta su La7 nel corso del programma “Coffee Break”. La discussione si è concentrata sulla identificazione precoce e l’isolamento dei casi Covid-19 positivi e sulla necessità di definire strategie attente per il controllo del personale sanitario a rischio di contagio da Covid-19. Susanna Esposito ha sottolineato quanto sia di fondamentale importanza che il personale medico esposto a casi Covid-19 positivi sia sottoposto a controlli sistematici, “con la finalità di evitare che all’interno dell’ospedale ci sia la circolazione del virus”. In questo modo, si proteggono di fatto anche gli altri pazienti non affetti da Covid-19 ma che si trovano in ospedale per altre patologie. “Abbiamo fatto tantissimo, il nostro Paese ha dimostrato unità e deve continuare su questa strada, perché solo uniti si vince. E’, però, necessario effettuare controlli routinari sul personale sanitario”.

Per visualizzare il video:
https://www.la7.it/coffee-break/video/susanna-esposito-pediatria-parma-criticita-per-i-dispositivi-di-protezione-individuale-per-gli-16-03-2020-313548