“L’arte del bene”: Susanna Esposito premiata per l’impegno della Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma

Venerdì 10 luglio, nel corso dell’evento Festival della Parola di Parma, Susanna Esposito ha ricevuto il Premio “L’arte del bene” come riconoscimento dell’impegno della Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma, da lei diretta, a favore della città. Il premio è stato realizzato dal vignettista e illustratore Antonio Federico e nasce da un’iniziativa dell’artista promossa insieme all’Associazione Rinascimento 2.0 APS. Il riconoscimento consegnato alla Prof.ssa Susanna Esposito, ricercatrice di fama internazionale specializzata in Pediatria e Malattie Infettive, evidenzia il grande lavoro svolto nei mesi caratterizzati dall’emergenza Covid-19: mesi indubbiamente difficili e di grandi sacrifici ma che è stato possibile affrontare grazie all’impegno di medici, infermieri e di tutto il personale socio-sanitario, che ha contribuito ad alleviare una situazione di reale e dura emergenza.

Il Premio “L’arte del bene” ha lo scopo di sottolineare il potere salvifico dell’arte e della parola anche e soprattutto nel periodo del lockdown, riconoscendo l’impegno di tre realtà che hanno fornito un contributo preziosissimo durante la fase più critica della pandemia: insieme a Susanna Esposito, infatti, sono stati premiati Maina Antonioni, Dirigente Ausl di Parma, e Simonetta Morganti, medico del reparto di Geriatria dell’Ospedale Maggiore di Parma. E, come suggerisce il nome dell’evento intitolato Festival della Parola, è stata spesso proprio la parola ad aiutare in un momento così difficile come quello dei mesi scorsi: la parola, quella che gli operatori sanitari hanno utilizzato come medicina e che, insieme all’arte, viene riconosciuta per il ruolo benefico svolto durante il periodo del lockdown.