Fase 2 e tutela sanitaria: il commento di Susanna Esposito

"La fine delle restrizioni è inesorabile, ma le regole dovranno essere osservate rigorosamente": sono le parole di Susanna Esposito, Presidente dell’Associazione Mondiale Malattie Infettive, in un intervento al Tg3 dello scorso 25 aprile. Secondo la ricercatrice, adesso è fondamentale continuare a implementare le misure sanitarie: diagnosi precoci, isolamento domiciliare adeguato, cure pronte e condizioni di sicurezza per i lavoratori. Bisogna inoltre risolvere la problematica delle attese dei risultati dei tamponi. Inoltre, i test sierologici hanno una sensibilità e una specificità accettabili, quindi è arrivato il momento di utilizzarli per comprendere quanto è circolato il virus. "Ritengo una necessità di primaria importanza effettuare uno studio di siero-prevalenza delle persone che lavoreranno durante la fase 2 – ha dichiarato Susanna Esposito – per poi confermare l’eventuale positività attraverso il tampone naso-faringeo". Per l’esperta, infatti, il rischio principale proviene dagli asintomatici: il loro tracciamento risulta indispensabile per diminuire le possibilità di una nuova ondata del virus.

Il video dell’intervento:
http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-39bb4723-c6e4-4772-a78d-33444439d863.html