Continua la diffusione del virus: l’intervento di Susanna Esposito a Radio Radicale

In Italia l’andamento dei contagi da Coronavirus sembra essere in lieve flessione dopo settimane di numeri elevati. Tuttavia gli esperti del settore invitano a guardare ai dati in maniera cauta. Susanna Esposito, ordinario di pediatria all’Università di Parma e Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid), è stata intervistata sul tema a “Spazio Transnazionale”, trasmissione quotidiana di Radio Radicale dedicata all’attualità: “Dobbiamo tener conto che i ritardi sull’effettuazione dei tamponi e sui risultati rendono in alcuni casi inattendibili i dati forniti – spiega la professoressa – I numeri dimostrano che Covid-19 sta ancora ampiamente circolando nel nostro Paese. Ricordiamoci che il raggiungimento del picco non è di per sé l’elemento che determina la risoluzione di qualsiasi tipo di problematica”.

L’esperta sottolinea che nel Paese il lockdown rischia di allungarsi se non si prendono subito misure adeguate: “Ci sono tanti portatori asintomatici o addirittura soggetti lievemente sintomatici che riprendono normalmente le loro attività. Quello che è incomprensibile è che, sebbene l’OMS di recente abbia sottolineato l’importanza di effettuare tamponi, indispensabili per identificare precocemente i casi ed effettuare un adeguato isolamento, al momento c’è ancora troppo poco controllo in tal senso, soprattutto considerando il pericolo della diffusione intra-familiare”.

Un pensiero anche alla condizione degli operatori sanitari, molti dei quali sono deceduti. Secondo l’infettivologa, la maggior parte degli ospedali non è in grado di gestire un’epidemia, favorendo quindi il contagio tra pazienti non Covid e personale sanitario: “Attualmente a visitare pazienti Covid ci sono anche medici con specializzazioni non adatte o comunque con poca esperienza in infettivologia, che improvvisamente devono gestire tutti i protocolli per evitare contagi. Anche le attività di volontariato – conclude Susanna Esposito – per quanto lodevoli non possono essere considerate per forza ‘vincenti’: di fatto, in queste situazioni l’improvvisazione è un danno, bisogna avere persone capaci, soprattutto in posizioni di comando”.

Per maggiori informazioni:
http://www.radioradicale.it/scheda/601816/speciale-spazio-transnazionale-il-virus-dilaga-il-vertice-g20-le-risposte-economiche