Home/Biografia/Attività Assistenziale della Prof.ssa Susanna Esposito

Attività Assistenziale della Prof.ssa Susanna Esposito

  • Specializzanda presso la Clinica Pediatrica IV dell’Università degli Studi di Milano: dal 1 novembre 1995 al 31 ottobre 1999.
  • Medico interno universitario presso la Clinica Pediatrica IV dell’Università degli Studi di Milano: dal 1 novembre 1999 al 12 marzo 2000.
  • Dirigente medico di 1° livello supplente presso la Clinica Pediatrica IV dell’Azienda Ospedaliera L. Sacco di Milano: dal 13 marzo 2000 al 12 novembre 2000.
  • Dirigente medico di 1° livello incaricato presso la Clinica Pediatrica IV dell’Azienda Ospedaliera L. Sacco di Milano: dal 13 novembre 2000 all’11 dicembre 2000.
  • Dirigente medico di 1° livello incaricato presso la Clinica Pediatrica I degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano: dal 12 dicembre 2000 al 31 luglio 2001.
  • Dirigente medico di 1° livello di ruolo presso la Clinica Pediatrica I degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano: dal 1 agosto 2001 al 9 dicembre 2002.
  • Ricercatore Universitario di ruolo convenzionato presso la Clinica Pediatrica I degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano: dal 10 dicembre 2002 al 31 gennaio 2005.
  • Responsabile del servizio ambulatoriale di infettivologia e dell’attività di consulenza in infettivologia presso la Clinica Pediatrica I degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano: dal 10 dicembre 2002 al 31 gennaio 2005.
  • Ricercatore Universitario di ruolo convenzionato presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 febbraio 2005 al 30 settembre 2005.
  • Responsabile del Centro di Riferimento per l’AIDS pediatrico della Regione Lombardia presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 febbraio 2005 al 27 dicembre 2016.
  • Responsabile del servizio ambulatoriale di infettivologia e immunoprofilassi e dell’attività di consulenza in infettivologia presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 febbraio 2005 al 27 dicembre 2016.
  • Responsabile del Centro per il bambino viaggiatore presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 maggio 2005 al 27 dicembre 2016.
  • Professore associato di ruolo convenzionato presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 ottobre 2005 al 27 dicembre 2016.
  • Responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Infettivologia Pediatrica presso la UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 19 dicembre 2007 al 27 dicembre 2016.
  • Vice-direttore della UO Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano: dal 1 luglio 2006 fino al 29 novembre 2010.
  • Direttore della UO Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano, dal 30 novembre 2010, denominata UO Pediatria ad Alta Intensità di Cura dal 19 agosto 2013 al 27 dicembre 2016: l’Unità è costituita da 25 posti letto di degenza ordinaria (valorizzato 2015: 3.023.416 euro), 2 letti di day-hospital (valorizzato 2015: 36.900 euro) e ambulatori specialistici di infettivologia, pneumologia, allergologia, immunologia, genetica clinica e malattie metaboliche (valorizzato 2015: 115.544 euro).
  • Responsabile del Centro di Riferimento Regionale per la malattia di Lyme in età pediatrica: dal 1 gennaio 2011 e continua tuttora.
  • Responsabile del Centro multidisciplinare per l’epidermolisi bollosa presso la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico: dal 1 marzo 2012 e cntinua tuttora;
  • Responsabile del Centro SIMEUP EMiPed per l’esecuzione di BLS, PBLS e PEARS: dal 1 settembre 2016 e continua tuttora.
  • Direttore della SC Clinica Pediatrica dell’Università degli Studi di Perugia dal 1 gennaio 2017 e continua tuttora;
  • Direttore del Centro Regionale dell’Umbria per il Diabete in età pediatrica e membro del Gruppo Interaziendale Diabete ASL 1 Umbria: dal 1 gennaio 2017 e continua tuttora.

Dal punto dell’esperienza apicale di Direttore di Clinica, si segnala:

  • Dal 30 novembre 2010 al 27 dicembre 2016, Direzione della UO Pediatria 1 Clinica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano, denominata dal 19 agosto 2013 UO Pediatria ad Alta Intensità di Cura: l’Unità è costituita da 25 posti letto di degenza ordinaria (valorizzato 2015: 3.023.416 euro), 2 letti di day-hospital (valorizzato 2015: 36.900 euro) e ambulatori specialistici di infettivologia, pneumologia, allergologia, immunologia, genetica clinica e malattie metaboliche (valorizzato 2015: 115.544 euro);
  • Dal 28 dicembre 2016 e continua tuttora, Direzione della S.C. Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria della Misericordia di Perugia presso la quale vengono erogate prestazioni assistenziali relative all’età pediatrica (0-17 anni).

Nel 2017 ha diretto le seguenti attività in regime di convenzione:

–           9.449 visite di Pronto Soccorso pediatrico;

–           2.112 ricoveri in Osservazione Breve Intensiva;

–           769 ricoveri ordinari;

–           1.167 visite in Day-service;

–           3.990 visite ambulatoriali;

–           1.426 ecografie;

–           115 referti di esami citogenetici;

–           155 referti di esami di screening per la fibrosi cistica;

–           14 studi clinici approvati dal Comitato Etico delle Aziende Sanitarie della Regione Umbria (CEAS) che hanno portato all’arruolamento di 270 pazienti.

I Centri di eccellenza diretti presso la SC Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria della Misericordia di Perugia sono rappresentati da:

– Centro Regionale di Riferimento per la Diabetologia in età pediatrica;

– Centro Regionale di Riferimento per la Celiachia in età pediatrica;

– Laboratorio Regionale di Riferimento per la Fibrosi Cistica;

– Laboratorio di Citogenetica post-natale e di Genetica molecolare;

– Centro Regionale di Riferimento per le malattie rare;

– Centro per le vaccinazioni in ambiente protetto;

– Centro per il bambino viaggiatore e il bambino adottato;

– Centro per l’allergia a farmaci in pediatria;

Clinical Trial Center per la ricerca in pediatria (accreditato anche per gli studi di fase 1).

Alla SC Clinica Pediatrica afferiscono 80 persone così suddivise:

–           10 dirigenti medici di 1 livello;

–           1 ricercatore universitario convenzionato a tempo indeterminato;

–           1 coordinatore infermieristico;

–           23 infermieri;

–           5 OSS,

–           2 tecnici di laboratorio;

–           2 segretarie;

–           2 collaboratori a progetto;

–           3 assegnisti di ricerca;

–           1 dottoranda;

–           29 specializzandi.

Alla SC Clinica Pediatrica afferisce la SSD Day-hospital e Day-Service pediatrico.

In merito all’esperienza assistenziale maturata, si segnalano:

Profilo oggettivo

  1. Esperienza direzionale di Clinica Pediatrica da più di 7,5 anni;
  2. Mission rivolta all’erogazione di servizi a tutti gli utenti da 0 a 17 anni di età, che necessitano di assistenza sanitaria in emergenza/urgenza, in regime di ricovero e in regime ambulatoriale specialistico;
  3. Partecipazione alla stesura di protocolli diagnostico-terapeutici riconosciuti e codificati secondo le modalità previste dai Piani Sanitari Nazionali e Regionali con l’obiettivo di mantenere un elevato livello di attività assistenziale;
  4. Capacità di coordinare visite ambulatoriali specialistiche (di secondo e terzo livello) in numerose sottospecialità pediatriche (allergologia, endocrinologia e obesità, diabetologia e auxologia, gastroenterologia ed epatologia, immunologia, infettivologia, nefro-urologia, neurologia, malattie metaboliche, nutrizione, pneumologia, reumatologia) e capacità di collaborare con Associazioni di volontariato;
  5. Dimostrata capacità di collaborazione con la Neonatologia, con la Chirurgia Pediatrica e con tutte le altre discipline specialistiche presenti nelle Aziende Ospedaliere;
  6. Capacità di sviluppare processi di integrazione sulla base di percorsi diagnostico-terapeutici condivisi, con particolare riferimento alle necessità dei pazienti con gravi disabilità e/o patologie croniche.

Profilo soggettivo

a) Ambito dell’organizzazione e gestione delle risorse:

  • Consolidata competenza professionale nei processi clinico – assistenziali di pazienti in età pediatrica, acquisita in struttura ospedaliera di elevate dimensioni, con casistica di alta complessità diagnostico-terapeutica, con particolare riferimento alle patologie acute;
  • Comprovata esperienza e competenza nella prevenzione e trattamento del dolore in età pediatrica;
  • Esperienza nei processi di integrazione ospedale – territorio con particolare riferimento alla continuità assistenziale e alla elaborazione di percorsi diagnostico-terapeutici condivisi con le componenti professionali che operano nell’ambito dell’assistenza primaria;
  • Capacità di collaborazione nell’ambito intra-interdipartimentale, in team multidisciplinari e multiprofessionali, nella realizzazione e gestione di percorsi diagnostico-terapeutici;
  • Capacità di gestione di percorsi multidisciplinari e multiprofessionali in collaborazione con altre Strutture Complesse;
  • Capacità di gestione di PDTA e di strumenti di clinical governance quali audit clinici, indicatori di monitoraggio dell’appropriatezza e miglioramento qualità, in particolare avvalendosi dei principali sistemi di valutazione riconosciuti a livello nazionale come il Piano Nazionale Esiti ed il sistema “Bersagli” del Management e Sanità della Scuola Sant’Anna di Pisa;
  • Atteggiamento rivolto alle interazioni collaborative con il Pronto Soccorso e i reparti di degenza;
  • Competenza nel governo clinico e capacità di promuovere le scelte diagnostico-terapeutiche con particolare attenzione all’appropriatezza delle indagini diagnostiche;
  • Capacità di utilizzo di tecniche e strumenti per la gestione del rischio clinico, attraverso il monitoraggio di eventi avversi, l’analisi degli stessi e la revisione continua di modelli operativi;
  • Capacità di raggiungimento degli obiettivi di budget, attraverso la conoscenza di indicatori e la capacità di negoziazione, di monitorare e rendicontare il budget con il coinvolgimento dei propri collaboratori;
  • Capacità nella gestione delle risorse umane, con particolare riferimento ai processi di valutazione, valorizzazione delle competenze dei collaboratori, incentivazione e promozione dei percorsi di sviluppo professionale, progettando piani formativi coerenti con le attitudini personali e gli obiettivi aziendali e della Struttura, favorendo il buon clima organizzativo;
  • Capacità organizzative e di Leadership.

b) Ambito delle attività di governo clinico e dei percorsi di innovazione e ricerca:

  • Capacità di assicurare la corretta applicazione delle procedure cliniche ed organizzative;
  • Propensione a favorire l’introduzione di modelli organizzativi flessibili e l’adozione di procedure innovative;
  • Conoscenza degli elementi cardine del percorso di accreditamento istituzionale e per il mantenimento dei requisiti richiesti, in una dimensione di total quality management.

c) Ambito delle competenze tecnico-professionali ed esperienze specifiche:

  • Particolare sensibilità sulla gestione dei percorsi di diagnosi precoce delle patologie pediatriche;
  • Significativa esperienza di ricerca clinica e di base nell’ambito della globalità delle patologie pediatriche, comprovata da adeguata produzione scientifica;
  • Elevata competenza nell’impiego della diagnostica strumentale e di laboratorio nell’ambito delle patologie pediatriche;
  • Comprovata capacità di gestione ed organizzazione di laboratori specialistici in ambito pediatrico, con abilità nella gestione tecnica, economico-finanziaria e delle risorse umane.

d) Ambito formativo e scientifico:

  • Comprovato aggiornamento scientifico professionale;
  • Documentate attività formativa e didattica specifica per aspetti tecnici ed organizzativi;
  • Attitudine alla ricerca confermata e dimostrata dalla produzione scientifica di rilievo nazionale ed internazionale;
  • Partecipazione attiva nei principali congressi nazionali ed internazionali.

Effettuato Corso di formazione manageriale per Dirigente di Struttura Complessa (Codice DSC1701) nel 2017-2018 presso PoliS Lombardia con discussione il 15 maggio 2018 di un project work dal titolo “Proposta di una rete inter-aziendale umbra materno-infantile (RIUMI)” (Docente guida: Dott. L. Macchi; Tutor: Dott. A. Zoli).

>> Torna a Susanna Esposito – Biografia